Taranto, cuore della Puglia, capitale millenaria dei due mari.

Il 5 e il 6 giugno 2021, lo specchio del Mar Grande sul quale la città si affaccia ospiterà la seconda tappa della Season 2 del Sail Grand Prix, nella sua prima apparizione in Italia.

SailGP è una competizione tra velocissimi catamarani F50, imbarcazioni capaci di “volare” sull’acqua alla velocità di quasi 100 km/h. Queste imbarcazioni saranno identiche tra loro: dovrà pertanto essere l’abilità degli atleti a fare la differenza in gara.

Il format della competizione consisterà in due giorni di regate di flotta ed una sfida finale che vedrà coinvolte le prime 3 barche con il punteggio più alto. Chi arriverà primo nella regata finale sarà incoronato vincitore dell’ Italy Sail Grand Prix

La Season 2 della SailGP (considerata da molti come “l’Anti-Coppa America”) prevede 8 tappe in tutto il mondo (la prima delle quali si è svolta nell’arcipelago delle Bermuda) e sono 8 le nazioni partecipanti: Australia, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Spagna, Nuova Zelanda e Stati Uniti. I loro team internazionali si affronteranno in un evento che viene definito come “tra i più suggestivi del campionato”. Purtroppo non avremo uno scafo tricolore da tifare, ma i riflettori sono puntati sull’italiano Francesco Bruni, il quale militerà nel Team giapponese.

Il SailGP Race Village di Taranto sarà allestito presso il lungomare, sulla storica rotonda della città, nel perimetro della quale già si allestisce il palco che ospiterà musica ed eventi. Il ticket di ingresso al Race Village permetterà agli spettatori di godere di una incredibile vista panoramica sul Mar Grande e di partecipare alla cerimonia di premiazione. Sono previsti altresì speciali tickets per poter assistere alla gara direttamente dal mare, attraverso le imbarcazioni messe a disposizione dall’Amat s.p.a.

Taranto si prepara ad accogliere un evento di una portata storica per la nostra città. Ci parla il Presidente del Palio di Taranto – la manifestazione tradizionale che da 35 anni viene da lui organizzata, in quanto ideatore e patron dell’evento. il Presidente Francesco Simonetti ci spiega come si svolgerà la cerimonia di apertura alla gara prevista per il week end del 5 e 6 giugno. Gli atleti e le imbarcazioni del Palio di Taranto avranno un ruolo di centrale rilevanza.  

<< Venerdì 4 giugno, le imbarcazioni storiche del Palio apriranno le giornate di gara con una “sfilata” che accoglierà e precederà i natanti da competizione della SailGP. 

Alle ore 16:00, i tradizionali gozzi (le caratteristiche imbarcazioni tarantine a due vogatori che gareggiano nel Palio) attenderanno i catamarani da competizione provenienti dal Mar Grande e precederanno il loro passaggio attraverso il canale navigabile: un palcoscenico naturale, che comprende la banchina del Castello Aragonese ed il Ponte girevole, nella brillantezza dei colori dello specchio d’acqua compreso tra il Mar Grande e il Mar Piccolo.

Non appena le imbarcazioni della SailGP giungeranno in prossimità dei cannoni esterni del Castello, i gozzi del Palio di Taranto cominceranno la parata attraverso il canale navigabile per arrivare nel primo bacino del Mar Piccolo. Qui sarà effettuata una virata ed uno stazionamento al fine di  attendere i catamarani da competizione. Dunque, la navigazione procederà in direzione del Mar Grande. 

Arrivati in prossimità della banchina del Castello Aragonese, i gozzi si disporranno in schieramento e gli atleti tarantini innalzeranno i remi al cielo, in onore degli equipaggi delle imbarcazioni da competizione. >>

Il Presidente Simonetti ci spiega come il Palio di Taranto rappresenti la storia della voga tarantina in ambito popolare. Come molte delle espressioni contemporanee della nostra cultura, esso ha radici antiche e profonde. L’idea nasce dalle tradizionali imbarcazioni dei pescatori di Taranto, chiamate in dialetto “sckife”.

La sua passione lo conduce da 35 anni a curare questo evento che, accanto ai riti della settimana santa, è considerato tra le più ricercate ed ambite manifestazioni tradizionali della nostra terra, tanto da essere largamente riconosciuta a livello internazionale. 

A nostro parere, non poteva esserci più degna presentazione per una competizione di tale portata: la storia, la cultura e la tradizione della nostra terra saranno al centro di questa sfida, che sarà trasmessa e seguita in tutto il mondo. Secondo il Presidente Simonetti, questo evento contribuirà a dare uno slancio importante per l’immagine della nostra città, la quale ha acquisito il brand di “Capitale del Mare”. A tale progetto si lavorava già nel periodo pre-Covid ma, purtroppo, ha dovuto subire una procrastinazione per ragioni legate alla pandemia. 

<< Dobbiamo smettere di essere scettici, in primis nei confronti di noi stessi, ma soprattutto nei confronti dei nostri valori e delle nostre capacità, i quali sono riconosciuti in tutto il mondo >>. Le sue parole risuonano sia come monito che come speranza.

Il Presidente Simonetti porta alla nostra attenzione, inoltre, l’esibizione delle frecce tricolori, prevista per le ore 13:30 del Sabato 5 giugno. 

Attendiamo e siamo pronti ad assistere a questo evento spettacolare che si preannuncia essere un punto di partenza per la nostra amata terra e che, magari, porterà più fiducia, sia nella nostra comunità, sia per gli investimenti futuri. 

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on whatsapp

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *