Fin dai tempi moderni si è sempre sperato che l’innovazione ed e l’ecologia avessero potuto andar di pari passo; eppure, si può osservare come la trascuratezza dell’ambiente trovi, senza esclusione di colpi, responsabilità tra giovani ed adulti, a qualunque livello di istruzione.
La contaminazione di strade, aree verdi e pubbliche, giardini e campagne, oltre a determinare il livello di civiltà della gente che in quei posti vive, manifesta anche la totale mancanza (spesso) di strategia ed organizzazione da parte delle amministrazioni locali: del tutto impreparate a fornire le infrastrutture necessarie. Ad esempio, buttare la sigaretta nello spazio circostante è ormai un gesto che per molti fumatori viene considerato spontaneo e meccanico. Ma se l’uomo è dunque in prevalenza, nei fatti che si ripetono ogni giorno, un essere inquinante, è vero anche che le note fuori dal coro ci sono, ed il loro suono acquista sempre più forza e più vigore laddove esse riescano ad unirsi, diventando una melodia vera, propria e autonoma.

E’ infatti avvenuto in merito, nei giorni recenti, un interessante fenomeno: alcuni giovani, del tutto contrari alla sporcizia quotidiana e spinti dall’altruismo, hanno intrapreso una iniziativa di pulizia integrale delle spiagge del nostro territorio. Questo gruppo che vede protagoniste in prima linea due studentesse del Dipartimento Jonico, tali Maria Liliana Di Comite e Lucrezia Maciariello, oltre a dare credito alla popolazione studentesca, confuta inoltre come le nuove generazioni siano capaci di esprimere in questo tempo grandi lezioni di avanguardia e sensibilità civica.
L’organizzazione dopo essersi riconfermata nei vari appuntamenti, sull’ideazione di Francesco Mancarella, ha preso il nome di “Operazione spiagge pulite” riunendo attorno un folto gruppo di persone volenterose attualmente di tutte le età.
Senza dubbio un iniziativa che farà riflettere: siamo circondati da beni storici e naturali di inestimabile valore e molto spesso, nella nostra incuranza, siamo noi stessi i primi a deturparli. Attualmente, con la stagione estiva agli sgoccioli e con il progressivo svuotarsi delle spiagge i ragazzi di O.p.s. dichiarano che il loro entusiasmo non si fermerà. Auguriamo tutta la forza e la soddisfazione possibile.

Condividi su
Facebook
Condividi su
Google+
Condividi su
Twitter
Condividi su
WhatsApp

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenti

    Iscriviti alla newsletter

    Rimani costantemente aggiornato sulle uscite di nuovi articoli, edizioni e molti altri eventi nell'ambiente universitario e non!